GREEN UTOPIA INFO
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SCARICA LA SCHEDA DI PARTECIPAZIONE SCARICA IL BANDO DI CONCORSO


IL TORNEO NELLA FORESTA
Paesaggio immagine design gastronomia letteratura a confronto a Expo 2015

Un torneo tutto ecologico vedrà gli sfidanti combattere in una foresta durante il Fuorisalone di Milano ed Expo 2015. È FOREST GRAAL, torneo di idee in cinque sezioni: Paesaggio, Immagine, Design, Gastronomia, Letteratura. Ogni sezione un tema. Per il Paesaggio la sfida è trovare la forma del bosco-mente. Alla passione d’amore fra un bosco e una donna è dedicata la sezione Immagine, a cui si può partecipare con qualsiasi tecnica, disegni, fotografie, filmati, video. Con la sezione Design ci proiettiamo in un futuro prossimo dove i computer usano materia organica, agli sfidanti è richiesto di trovare la forma del biocomputer. Particolarmente stimolate, specialmente per i palati fortunati che avranno la fortuna di gustarne i risultati, è la sfida della Gastronomia che richiede abbinamenti esplosivi fra pirotecnica e pasticceria. Chiude il torneo l’immaginazione pura della sezione Letteratura dove gli sfidanti duelleranno a colpi di metamorfosi.

Il torneo è aperto a tutti, professionisti, studenti, appassionati. Per ogni sezione una giuria di esperti dedicata sceglierà le opere vincitrici che saranno esposte durante la seconda edizione di Green Utopia 2015 a Milano durante il Salone del Mobile ed Expo 2015. Il vincitore della sezione Paesaggio potrà realizzare il proprio bosco-mente nel cuore di Milano. Il torneo prende vita dal romanzo Foresta, la storia di un uomo che diventa bosco, divenuto un cult per passaparola fra gli amanti degli alberi e del verde.

Preiscrizione non obbligatoria entro il 15 dicembre 2014, scadenza per la presentazione delle proposte: 15 gennaio 2015.

Organizzazione Nemeton Magazine
In collaborazione con PersoneDiParolaIsola Editrice, Milano Makers, Wolters Kuwer Italia, Degusta, Design Managment Center, Quarto Paesaggio Edizioni
Patrocini ADI Associazione per il Design Industriale, ADI Emilia Romagna, Accademia di Belle Arti di Verona, Accademia di Belle Arti di Bologna.
Con l'adesione di AIAPP Lombardia.

SPECIFICHE

Sezione Paesaggio - Il bosco e la mente
Nel romanzo assistiamo a una lenta presa di coscienza di un uomo che avverte un bosco come una sua parte. Da un altro punto di vista, quello del bosco, si realizza una umanizzazione del bosco, la mente dell’uomo ne impregna ogni singola foglia, ogni cellula. La domanda è: com’è il bosco-mente? Come può essere una mente trasformata in un bosco? Come può essere un bosco che ha una mente? Che forme prende? Ci sono specie vegetali che predilige? Quali? E come si compongono fra loro? Ci sono sentieri? Radure? Zone speciali? Qual è la forma del boscomente?
La sfida: Qual è la forma del bosco-mente?
SPECIFICHE SEZIONE PAESAGGIO - CATEGORIA PROGETTO
Il vincitore avrà a disposizione una superficie di 8 per 8 metri (64 metri quadri) del valore commerciale di 5.000 euro, nell'appendice del bando sono indicate le specifiche necessarie alla realizzazione del progetto.

Sezione Immagine - La bella e il bosco
Com’è una passione fra una donna e un bosco? Come si sviluppa? Com’è lei? Cosa fa? Nel romanzo ci sono entrambi i punti di vista, ma qual è il vostro? Come si amano? Si può partecipare con qualsiasi tecnica in grado di produrre immagine ferma o in movimento: disegni, fotografie, rendering, filmati, video, ecc.
La sfida: Com’è una passione fra una donna e un bosco?

Sezione Design - Il biocomputer
Siamo in un futuro prossimo. I computer usano materia organica. Che forma ha il biocomputer? Di cosa è fatto? Come potrebbe funzionare? Che materiali privilegia? Nel romanzo viene proposta una soluzione, si può partire da quella o proporne una completamente diversa. Se il futuro va verso l’uso di materiali organici, che forma avranno?
La sfida: Che forma ha il biocomputer?

Sezione Gastronomia - La pasticceria pirotecnica
Due discipline si fondono fra loro e scoprono inaspettati punti di contatto. La scienza dei fuochi artificiali, la pirotecnica, impregna la pasticceria che scopre abbinamenti esplosivi, inediti accostamenti di sapori, ineffabili progressioni del gusto. Com’è la pasticceria pirotecnica? Che sapori propone? Che forme prende? Come si gusta?
La sfida: Com’è la pasticceria pirotecnica?

Sezione Letteratura – La metamorfosi
Nel romanzo assistiamo a una trasformazione, una metamorfosi. Quali altre strade può prendere l’incontro fra un essere umano e il mondo vegetale? Quali possono essere altre metamorfosi possibili, fisiche, mentali, immateriali, materiali, da uomo a pianta, bosco, foresta o viceversa?  
La sfida: Metamorfosi da umano a vegetale o viceversa

INFO
forestgraal@nemetonmagazine.net

https://www.facebook.com/groups/forest.graal/

LE GIURIE

I criteri di valutazione terranno conto delle indicazioni fornite dal bando in particolare della relazione delle proposte con il romanzo Foresta.

GIURIA PAESAGGIO
Matilde Marazzi, Presidente AIAPP Lombardia
Anna Lambertini, Università di Firenze
Raffaella Colombo, Università di Milano
Achille Ippolito, Università La Sapienza, Roma
altri membri in via di definizione

GIURIA IMMAGINE
Filippo Scozzari, artista
Carlo Branzaglia, Presidente ADI Emilia Romagna
Davide Morabito, Dauphine Film Company, Roma
Andrea Carnoli, Design Managment Center
Gianluca Bernardini, Design Managment Center
altri membri in via di definizione

GIURIA DESIGN
Egidio Lomi, Accademia di Belle Arti di Bologna
Franco Raggi, Vice Presidente Ordine degli Architetti di Milano
Maria Christina Hamel, Milano Makers
Cesare Castelli, Milano Makers
altri membri in via di definizione

GIURIA GASTRONOMIA
Gianluigi Veronesi, Degusta
altri membri in via di definizione

GIURIA LETTERATURA
Matteo Meschiari, Università di Palermo
Natascia Pane, Contrappunto Agency
Giuseppe Rosa, Quarto Paesaggio Edizioni
Valentina Meloni, blogger
altri membri in via di definizione

GREEN UTOPIA - EDIZIONE 2014

 

GREEN UTOPIA, UN ESPERIMENTO ANTROPOLOGICO RIUSCITO

È durata una settimana la città vegetale utopica, la settimana del Fuorisalone 2014 di Milano. Green Utopia, duemila metri quadri all'interno dell'evento SHARING DESIGN organizzato da Milano Makers, è stata un grande parco giochi per bambini e adulti, un vero esperimento antropologico, un luogo in cui hanno convissuto esperienze e persone molto diverse fra loro, come in ogni città. Musica pulsante costante a dare il ritmo alle migliaia di persone che sono venute a visitarla e sono rimaste impigliate nelle sue meraviglie. Sono passati in secondo piano, come in ogni città, le architetture di paglia, di terra cruda, di bambù, di canna palustre, svolgendo il loro reale ruolo di scenografia per la vita vissuta, quella dei bambini che impastavano le pizze e le cuocevano nel forno di terra, quella delle centinaia di giovani alternativi che fino a notte inoltrata ballavano davanti al muro di casse, quella delle persone che lavoravano la terra per costruire, quella di chi ha vissuto incontri, spettacoli, performance.
GREEN UTOPIA ha dimostrato nei fatti che un altro modo di costruire è possibile, ha indicato una direzione: costruire il proprio spazio con le proprie mani, coi materiali che la terra ci offre da sempre, terra, piante, immaginazione, soprattutto questa, la capacità di immaginare il proprio futuro realizzandolo senza aspettare che cali dall’alto. Riprendere il contatto sacro con la terra, sviluppare quello che siamo sempre stati da duecentomila anni, esseri mobili fatti per stare all’aperto.

L’architettura vegetale rappresenta una valida risposta alle esigenze di sostenibilità anche economica oggi sempre più pressanti. Si tratta di tecniche e materiali a volte antichi a volte usati in altre culture. Nella città vegetale sarà possibile vedere esempi di costruzioni in terra cruda, uno dei materiali protagonisti della nuova architettura che ha insuperabili doti ecologiche di sostenibilità; bambù, considerato l’acciaio naturale per le sue capacità statiche e ampiamente usato in Asia; arundo donax, la canna palustre, un materiale di casa nostra, una tecnica di costruzione naturale; paglia, in grado di fornire case altamente isolanti e sane con una notevole resistenza ai terremoti; salice, in grado di creare vere architetture viventi che crescono e cambiano aspetto con il tempo; verde tradizionale e tecnico, il più efficace strumento per la costruzione delle nuove città a orientamento ecologico che si evolve in soluzioni di orto urbano; natural design l’ultima tendenza del green design, oggetti di design che contengono piante; agricoltura urbana dagli orti terapeutici alle coltivazioni domestiche.

GREEN UTOPIA – ARCHITETTURA VEGETALE
Fuorisalone 8/13 aprile 2014. Fabbrica del vapore, Via Procaccini 4, Milano

Ideazione e coordinamento Maurizio Corrado

Gruppo di progetto Eliana Baglioni, Mina Bardiani, Monica Botta, Mauricio Cardenas, Andrea Facchi, Beppe Facente, Giusi Ferone, Geologika Collettiva, Roberto Maci, Claudia Mendini, Francesco Poli, Alberto Rabbitti, Alessandro Ranavolo, Riccardo Rigolli, Luca Rogora, Antonio Salvatore.

Patrocini Promoverde; Cia, Confederazione Italiana Agricoltori; Accademia di Belle Arti di Verona; Accademia di Belle Arti di Bologna; La Sapienza Università di Roma, Facoltà di Architettura, Dipartimento di architettura e progetto; DMC Design Management Consulting

Media Partner  Wolters Kluwer Italia, Nemeton Magazine, Babylon Magazine

Cultural Partner Contrappunto Literary Management, Primavera Mediterranea, Primavera Siciliana, Quarto Paesaggio, Vandaepublishing, Vestire il paesaggio

Installazioni Sergio Maria Calatroni, Enrico Cassanelli, Roberta De Vita, Gaetano Fracassio, Marta Fumagalli, Riccardo Pirovano, Fabio Volpi, Maria Cristina Sammarco, Proprietà Pirata Riot Club, Studio Limes Architettura del Paesaggio e Giancarlo Fantilli, Tarshito, T.M.C. Piuma Moto Club

Special guest: Alessandro Mendini

In collaborazione con: Armoniediluce, Bambuseto, Bensone, 5 Botteghe d’interni, Antonio Cueva Impresa Edile, ChiossiCycles, Consulta Nazionale Della Proprieta' Collettiva, Ecosistemi, Euroform, Euroserre Italia, Floema, Galbusera Serre, Green Briks, Divella, Excell, Iablu, La casetta in canadà, Latifolia, Magie della natura, Manzi Marmi, Med Eat, Partecipanza Agraria Di Villafontana, Pedone Working, Poliflor, Quattrobi, Righetti Romano Piante, Samar, Stark, Stobag, Unopiù, Wecona, Zenone

 

     
FOREST GRAAL
PAESAGGIO IMMAGINE DESIGN GASTRONOMIA LETTERATURA
TORNEO DI IDEE

BANDO

Art. 1. Disposizioni generali
La rivista Nemeton High Green Tech Magazine, in collaborazione con PersoneDiParolaIsola Editrice, Milano Makers, Wolters Kuwer Italia, Degusta, Design Managment Center, Quarto Paesaggio Edizioni, indice il torneo di idee FOREST GRAAL.

Art. 2. Temi e sezioni
Il torneo è diviso in cinque sezioni: Paesaggio, Immagine, Design, Gastronomia, Letteratura e si sviluppa intorno al romanzo Foresta, di Maurizio Corrado, edito da PersoneDiParolaIsola Editrice. Le proposte dovranno partire dallo sviluppo degli elementi del romanzo, secondo le seguenti specifiche:

Art. 2.1. Sezione Paesaggio - Il bosco e la mente
Nel romanzo assistiamo a una lenta presa di coscienza di un uomo che avverte un bosco come una sua parte. Da un altro punto di vista, quello del bosco, si realizza un’umanizzazione del bosco, la mente dell’uomo ne impregna ogni singola foglia, ogni cellula. La domanda è: com’è il bosco-mente? Come può essere una mente trasformata in un bosco? Come può essere un bosco che ha una mente? Che forme prende? Ci sono specie vegetali che predilige? Quali? E come si compongono fra loro? Ci sono sentieri? Radure? Zone speciali? Qual è la forma del boscomente?
La sfida: Qual è la forma del bosco-mente?

Art. 2.2. Sezione Immagine - La bella e il bosco
Com’è una passione fra una donna e un bosco? Come si sviluppa? Com’è lei? Cosa fa? Nel romanzo ci sono entrambi i punti di vista, ma qual è il vostro? Come si amano? Si può partecipare con qualsiasi tecnica in grado di produrre immagine ferma o in movimento: disegni, fotografie, rendering, filmati, video, ecc.
La sfida: Com’è una passione fra una donna e un bosco?

Art. 2.3. Sezione Design - Il biocomputer
Siamo in un futuro prossimo. I computer usano materia organica. Che forma ha il biocomputer? Di cosa è fatto? Come potrebbe funzionare? Che materiali privilegia? Nel romanzo viene proposta una soluzione, si può partire da quella o proporne una completamente diversa. Se il futuro va verso l’uso di materiali organici, che forma avranno?
La sfida: Che forma ha il biocomputer?

Art. 2.4. Sezione Gastronomia - La pasticceria pirotecnica
Due discipline si fondono fra loro e scoprono inaspettati punti di contatto. La scienza dei fuochi artificiali, la pirotecnica, impregna la pasticceria che scopre abbinamenti esplosivi, inediti accostamenti di sapori, ineffabili progressioni del gusto. Com’è la pasticceria pirotecnica? Che sapori propone? Che forme prende? Come si gusta?
La sfida: Com’è la pasticceria pirotecnica?

Art. 2.5. Sezione Letteratura La metamorfosi
Nel romanzo assistiamo a una trasformazione, una metamorfosi. Quali altre strade può prendere l’incontro fra un essere umano e il mondo vegetale? Quali possono essere altre metamorfosi possibili, fisiche, mentali, immateriali, materiali, da uomo a pianta, bosco, foresta o viceversa?  
La sfida: Metamorfosi da umano a vegetale o viceversa  

Art. 3. Progetti ammissibili

Art. 3. 1. Sezione Paesaggio
La sezione Paesaggio è divisa nelle categorie Idea e Progetto.
Art. 3. 1. 1. Sezione Paesaggio – Categoria Idee - Ogni proposta dovrà essere sviluppata in un massimo di tre immagini di progetto accompagnate da una descrizione. Le immagini dovranno essere ad alta definizione (300dpi) in formato .jpg, .pdf, .tiff a scelta. La descrizione sarà di un massimo di 2000 battute in formato .doc. Nel caso che il lavoro venga selezionato, si richiederà di produrre una ulteriore tavola complessiva stampata di 70cm per 100cm su supporto rigido o semirigido.
Art. 3. 1. 1. Sezione Paesaggio – Categoria Progetto – Si richiede di sviluppare un progetto realizzabile secondo le condizioni specificate nell’appendice al presente bando.

Art. 3. 2. Sezione Immagine
La sezione Immagine è divisa nelle categorie Immagini fisse e Immagini in movimento.
Art. 3. 2. 1. Sezione Immagine – Categoria Immagini fisse (disegni, computer grafica, fotografia, altro) - Le immagini dovranno essere ad alta definizione (300dpi) in formato .jpg, .pdf, .tiff a scelta. Nel caso che il lavoro venga selezionato, si richiederà di produrre una tavola complessiva stampata di 70cm per 100cm su supporto rigido o semirigido.
Art. 3. 2. 2. Sezione Immagine – Categoria Immagini in movimento (video, filmati, altro) – La durata non dovrà superare i 15 minuti, in formato .avi, .mov, .mp4, .mpeg, .wmv.

Art. 3. 3. Sezione Design
Ogni proposta dovrà essere sviluppata in un massimo di tre immagini di progetto accompagnate da una descrizione. Le immagini dovranno essere ad alta definizione (300dpi) in formato .jpg, .pdf, .tiff a scelta. La descrizione sarà di un massimo di 2000 battute in formato .doc. Nel caso che il lavoro venga selezionato, si richiederà di produrre una ulteriore tavola complessiva stampata di 70cm per 100cm su supporto rigido o semirigido.

Art. 3. 4. Sezione Gastronomia
Considerata la particolarità di questa sezione, verrà prodotta una regolamentazione specifica.

Art. 3. 5. Sezione Letteratura
Si richiede un racconto di dimensione massima di 8.000 battute spazi compresi, in formato .doc.

Art. 4 - Destinatari
Per le Sezioni Paesaggio e Design, l’iscrizione è aperta a paesaggisti, designer, architetti, ingegneri, agronomi, studi tecnici, studenti delle Facoltà di Architettura, Ingegneria, Agraria e delle Scuole di Design.
Per la sezione Immagine, l’iscrizione è aperta a professionisti, studenti, operatori dei settori.
Per la Sezione Gastronomia l’iscrizione è aperta a professionisti, operatori del settore, artigiani, negozi specializzati.
Per la Sezione Letteratura l’iscrizione è aperta a tutti.
Per tutte le sezioni è possibile partecipare singolarmente o in gruppo. In quest’ultimo caso, occorre indicare l’elenco dei componenti del gruppo e il capogruppo designato. Ciascun partecipante può presentare una o più proposte.

Art. 5 – Modalità di partecipazione
La partecipazione al torneo avviene attraverso la compilazione e invio dei seguenti documenti:
1. scheda di iscrizione, compilata e firmata, scaricabile dal sito www.nemetonmagazine.net/forest_graal.html
2. quota di partecipazione di 10 euro, che dà diritto a ricevere una copia cartacea del libro Foresta, da versare tramite il link http://www.personediparola.com/category/foresta/ corrispondente all’acquisto del libro, il nome indicato dovrà corrispondere a quello segnato nella scheda.
3. materiale richiesto per la sezione scelta
I candidati devono far pervenire i documenti richiesti alla mail forestgraal@nemetonmagazine.net. Si consiglia, per l’invio di file pesanti, l’uso di www.wetransfer.com.
Viene richiesta una preiscrizione, non vincolante, tramite l’invio di scheda e quota di partecipazione.

Art. 6 - Tempi
Preiscrizione: 15 dicembre 2014
Consegna: 15 gennaio 2015

Art. 7 – Diritto di utilizzo degli elaborati
I materiali presentati non verranno restituiti. I concorrenti aderendo al bando dichiarano di avere la proprietà esclusiva delle opere presentate e sollevano gli organizzatori da qualsiasi rivalsa sulle stesse da parte di terzi. I partecipanti possono utilizzare a scopo promozionale il riconoscimento ricevuto, purché citato correttamente. La proprietà intellettuale degli elaborati e degli oggetti è dei loro rispettivi autori. L’organizzazione si riserva il diritto di pubblicare i materiali pervenuti al concorso sia su proprie pubblicazioni, sia all’interno di iniziative editoriali e web e si riserva, altresì, il diritto di esporre al pubblico i materiali ricevuti. I partecipanti danno già da ora la loro disponibilità a partecipare con i materiali presentati a un’eventuale mostra.

Art. 8 - Giuria
Ogni sezione avrà una giuria dedicata composta da esperti, professionisti e operatori del settore specifico. Il giudizio della giuria è insindacabile. La giuria ha il compito di valutare e selezionare i vincitori e si riserva di segnalare altri lavori meritevoli.

Art. 9 – Premi
Sezione Paesaggio Progetto: il primo classificato avrà diritto a uno spazio espositivo di 8 per 8 metri (64 metri quadri) in cui realizzare il progetto presentato, all’interno della manifestazione Green Utopia 2015, che si terrà alla Fabbrica del Vapore di Milano dal 12 aprile all’8 maggio 2015.
Sezioni Paesaggio Categoria Idee, Immagine Categoria Immagini Fisse, Design: i primi tre classificati per ogni sezione potranno esporre la loro proposta, secondo le modalità indicate ai punti Art. 3. 1. 1.; Art. 3. 2. 1.; Art. 3. 3. del presente bando, nella mostra dedicata al concorso all’interno della manifestazione Green Utopia 2015.
Sezione Immagine – Categoria Immagini in movimento, i primi tre classificati potranno presentare e proiettare le loro opere durante una serata dedicata durante la manifestazione Green Utopia 2015.
Sezione Gastronomia: i vincitori saranno invitati a presentare i loro prodotti all’interno della manifestazione Green Utopia 2015.
Sezione Letteratura: i vincitori saranno invitati a presentare le loro opere durante una serata dedicata all’interno della manifestazione Green Utopia 2015, i racconti vincitori saranno pubblicati su un Ebook della collana Nemeton Jewels.
Per tutte le sezioni, la Giuria si riserva la possibilità di indicare, oltre ai vincitori, altre proposte meritevoli di venire esposte, proiettate o pubblicate.
L’organizzazione di riserva la possibilità di pubblicare una selezione delle opere sulla rivista Nemeton Magazine.

Art. 10 – Comunicazione dei risultati finali
I risultati del lavoro delle Giurie saranno pubblicati sul sito della manifestazione, www.nemetonmagazine.net/forest_graal.html. Ai vincitori e ai selezionati sarà data comunicazione via mail in tempo utile a preparare il materiale per l’esposizione.

Art. 11 - Pubblicità e diffusione del regolamento del concorso
Il presente regolamento è pubblicato integralmente sul sito www.nemetonmagazine.net/forest_graal.html.

Art. 12 - Accettazione delle clausole del bando
La partecipazione al torneo implica da parte di ogni concorrente l’accettazione incondizionata di tutte le norme del presente bando.

Art. 13 - Declinazione di responsabilità
Gli organizzatori non potranno essere ritenuti responsabili del rinvio o dell’annullamento per circostanze impreviste, né per eventuali perdite, danni, ritardi o smarrimenti di qualsiasi genere che dovessero verificarsi durante l’invio della documentazione e durante l’eventuale esposizione. Il mancato rispetto delle condizioni e dei termini fissati dal presente bando comporterà l’esclusione dal concorso.

Art. 14 - Riferimenti e informazioni organizzative
Per informazioni rivolgersi a: Segreteria FOREST GRAAL, forestgraal@nemetonmagazine.net.

APPENDICE
Specifiche relative alla Sezione Paesaggio – Categoria Progetto
Si richiede un progetto di una superficie di 8 per 8 metri (64 metri quadri) realizzabile sul piazzale della Fabbrica del Vapore di Milano, per tutta la durata della manifestazione Green Utopia 2015 (dal 14 aprile all’8 maggio 2014 compresi). Il piazzale è formato da mattonelle autobloccanti in cemento, non è possibile forarle in alcun modo. Il materiale per l’allestimento deve essere appoggiato e rimosso senza alcun danno per la pavimentazione. Sono previsti sei giorni per l’allestimento e due giorni per il disallestimento, rispettivamente prima e dopo le date della manifestazione. Il materiale per l’allestimento e la mano d’opera sono considerate a completa cura del responsabile del progetto vincitore, che si impegna a rispettare tutte le norme tecniche richieste dal Comune di Milano. Eventuali aziende coinvolte hanno la facoltà di evidenziare la propria presenza con logo o altro all’interno di un cartellone esplicativo posto all’interno dell’opera. Il vincitore ha la facoltà di comunicare coi propri mezzi l’avvenimento, concordando la comunicazione con l’organizzazione generale. La segreteria del Torneo è a completa disposizione per ogni chiarimento alla mail forestgraal@nemetonmagazine.net.

   
           
             
           
 

           

  https://www.facebook.com/groups/forest.graal/
 
 
OO
 
OO